Home » Itinerari »

 

MTB

 

Generalità dei percorsi

I sentieri descritti in questa sezione si sviluppano all’interno della Riserva Naturale Orientata “Timpa di Acireale” istituita il 14 marzo 1984. La Timpa di Acireale è inserita nell’elenco dei Siti di Importanza Comunitaria al fine di tutelare “l’unicità delle numerose laviche sovrapposte anche in epoche recenti (caratterizzante l’edificio vulcanico affiorante nell’area della Timpa), delle condizioni giaciturali delle litologie e delle strutture vulcaniche, la conservazione ed il ripristino della macchia mediterranea nonché la conservazione dei valori paesaggistcii della zona”.

La Timpa di Acireale è una spettacolare e ripida scarpata di faglia che si estende lungo la costa ionica da Capomulini a Santa Maria degli Ammalati per uno sviluppo complessivo di circa 7 km.

L’area della Timpa è caratterizzata dalla coltura degli agrumi ed in particolare del limone, che rende tipico il paesaggio rurale del basso versante orientale etneo. Sono presenti anche “relitti” di vigneti e, disseminate un po’ ovunque, essenze arboree originarie d’altri luoghi quali l’Ailanto, importato dall’Estremo Oriente, il Gelso Papirifero dalla Cina, il Ficodindia dall’America, l’Eucalipto dall’Australia centrale.

Tra gli endemismi sono da segnalare la Ginestra, pianta “pioniera” nella colonizzazione delle lave, la Malva, il Cappero e, tra le specie arboree, il Fico, la Quercia, il Carrubo, l’Ulivo, il Bagolaro, il Pino marittimo, il Platano orientale, la Robinia, il Ricino. Tra le specie arbustive si annoverano l’Oleandro, il Lentisco e l’Alaterno.

 

La parte più selvaggia ed incontaminata della Timpa è attraversata da diversi ed interessanti sentieri naturalistici, per la maggior parte non ancora segnalati, che si intersecano su questo scosceso costone ed arrivano fino a mare.
Parte di questi sentieri ricade in fondi privati la cui fruizione potrebbe essere subordinata ad eventuali autorizzazioni.

 

 Itinerari_MTB  Gazzena2  Chiazzette2